Arrestati per corruzione funzionaria della Prefettura e imprenditore

Sono accusati di corruzione una funzionaria della Prefettura ed un imprenditore finiti ai domiciliari al termine di un’inchiesta condotta dagli agenti della Squadra Mobile sotto la direzione del gruppo “Reati contro il patrimonio” della Procura della Repubblica di Catanzaro. Il provvedimento restrittivo è stato eseguito a carico della 53enne R.N., in servizio presso il Palazzo del Governo del capoluogo e dell’imprenditore 73enne L.S.. Al centro delle indagini riguardanti i due, di Lamezia Terme, ci sarebbero un immobile a Feroleto Antico, che adesso è stato sottoposto a sequestro, e promesse di natura economica. L’attività degli inquirenti ha preso avvio in seguito alla firma, datata 29 dicembre 2014, di una convenzione i cui contraenti sono stati la Gianal Srl, una cooperativa condotta dall’imprenditore, e la Prefettura. Risultato di una gara d’appalto relativa ad un bando emesso per affidare il servizio volto a gestire i migranti  che richiedono protezione internazionale. Secondo gli inquirenti, il gestore 73enne, L.S., intratteneva rapporti di natura sentimentale con la funzionaria della Prefettura che, quando si sarebbe concretizzata la vicenda, lavorava al Settore Immigrazione Rifugiati. Qualche mese dopo, l’imprenditore avrebbe concesso un immobile alla donna.

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*