Armi e droga in casa, madre e figlia finiscono in manette

A seguito di intensificate attività di controllo del territorio volte al contrasto del traffico e dello spaccio di sostanze stupefacenti, il personale della Polizia di Stato in servizio presso il Commissariato di P.S. di Gioia Tauro ha proceduto all’arresto in flagranza di reato di due donne responsabili, in concorso tra loro, dei reati di detenzione abusiva di arma clandestina e arma bianca, munizioni e detenzione di sostanza stupefacente del tipo cannabis sativa. L’operazione è scaturita da una perquisizione effettuata presso l’abitazione delle donne, madre e figlia, di 52 e 26 anni. Nell’abitazione, gli agenti hanno rinvenuto e sequestrato 1 busta termosaldata contenente 496 grammi di sostanza stupefacente del tipo cannabis sativa, 1 pistola Beretta calibro 7,65 con matricola abrasa; 1 caricatore con 4 cartucce calibro 7,65, 1 busta contenente 15 cartucce calibro 7,65 ed 1 coltello di 27 centimetri e con lama ricurva da 15 centimetri. Le due arrestate, che annoverano precedenti di polizia per reati contro il patrimonio, sono state condotte presso la casa circondariale di Reggio Calabria a disposizione dell’Autorità giudiziaria.

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento