Arena, sequestrata un’area adibita a stoccaggio di rifiuti speciali non pericolosi

I militari del Nucleo investigativo di Polizia Ambientale Agroalimentare e Forestale di Vibo Valentia, coadiuvati da militari della Stazione Carabinieri Forestale di Serra San Bruno, nell’ambito di un servizio di controllo del territorio finalizzato alla prevenzione e repressione di illeciti ambientali, con particolare riferimento alle violazioni connesse al ciclo dei rifiuti, hanno accertato, in località “Biviere” – Area Pip del comune di Arena che su un piazzale di circa 200 mq attiguo ad un opificio, era stato realizzato un deposito incontrollato di rifiuti non pericolosi.

Detti rifiuti, costituiti da sacchi contenenti imballaggi, spugne, polistirolo e ritagli di pellame, elettrodomestici fuori uso, pneumatici e mobili fuori uso, per un totale di circa 40 metri cubi, erano riconducibili all’attività di una azienda dedita alla realizzazione di divani e mobili in genere, il tutto in violazione ai quantitativi consentiti dalla normativa di settore.
Il piazzale ed i rifiuti, catalogati con i rispettivi codici Cer, sono stati posti sotto sequestro e un soggetto, quale amministratore unico della Società di gestione dell’azienda in esame, è stato deferito in stato di libertà, alla competente Autorità giudiziaria.

Elevata altresì, a carico dello stesso, una sanzione amministrativa per omessa tenuta del registro di carico e scarico di rifiuti speciali non pericolosi provenienti dall’attività’ di produzione.

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento