Arena (PD) commenta la nomina del Commissario dell’Azienda sanitaria: “Vibo, come sempre, terra di conquista”

"Non a caso i risultati, ad oggi, sono a dir poco disastrosi"

“La recente nomina del Commissario dell’Azienda sanitaria di Vibo – a parere di Franco Arena, dirigente del Partito Democratico – desta non poche perplessità, non già per i requisiti professionali riferibili a quest’ ultimo, ma per il metodo di scelta.

Ed infatti questa nomina decisa dall’alto non tiene conto delle numerose professionalità che provengono direttamente da Vibo Valentia, che avrebbero potuto ricoprire questo ruolo con maggiore disinvoltura in virtù di una maggiore conoscenza del territorio di provenienza. Come al solito Vibo Valentia diventa ‘terra di conquista’ per chi proviene da fuori confine del territorio e le tante professionalità ivi presenti sono costrette ad emigrare in altre aree geografiche determinando un impoverimento generale”. “Non è del resto la prima volta – ricorda l’esponente dem – che ciò accade, posto che numerosi sono stati i direttori generali provenienti da altre regioni o province che certamente non possono conoscere gli aspetti peculiari della sanità in modo specifico al contrario di chi quella sanità la vive quotidianamente. Non a caso i risultati, ad oggi, sono a dir poco disastrosi”. “Ciò che maggiormente spinge questa mia riflessione – spiega Arena – è la presenza del mio partito al Governo nazionale e regionale che ha perso in questo caso l’occasione per farsi garante nel rispetto del principio della legalità di procedure trasparenti che in nome della meritocrazia possano determinare la formazione di una classe dirigente espressione del territorio”.

Contenuti correlati