Anas incontra il vicepresidente Spirlì ed il vescovo Oliva: riparte il dialogo tra istituzionali e associazioni

In appena due giorni l’associazione Anas, rappresentata dal suo presidente regionale, l’ardorese Gianfranco Sorbara, ha incontrato prima a Gerace, nel corso di una manifestazione promossa dal Comune, dalla fondazione città di Gerace e dalla sede Anas locale, il vicepresidente della Giunta regionale Nino Spirli, con delega, tra le altre, all’associazionismo, accompagnato dai consiglieri regionali Tilde Minasi e Giacomo Pietro Crinò, ed il giorno seguente ad Ardore, in un incontro promosso dal parroco del paese e rettore del Santuario di Polsi, don Tonino Saraco, il vescovo di Locri monsignor Francesco Oliva.

Due incontri, un unico comune denominatore: rilanciare il terzo settore sui territori, valorizzare i volontari e le associazioni e creare le sinergie giuste che possano rilanciare un territorio indebolito da decenni di politiche deboli e mesi difficili dovuti al coronavirus. Spirlì ha promesso dialogo, attenzione e meritocrazia. Parole che verranno riempite nelle prossime settimane da proposte già in elaborazione che verranno dalla base e linee guida che proporrà la Regione. Il vescovo della Diocesi Locri-Gerace ha incontrato le associazioni ardoresi per conoscere le loro iniziative svolte e quelle in programmazione. Insieme all’Anas c’erano i giovani della Consulta giovanile ardorese e i rappresentanti delle associazioni SaperArte e Misericordia. La ProLoco di Ardore ha inviato i propri saluti. Dopo il lockdown quindi iniziano lentamente ad organizzarsi le riunioni tra associati. La ripresa sarà lenta e nulla tornerà come prima, ma bisogna incoraggiare l’associazionismo perché in questo momento è un vitale anello di congiunzione tra Stato e Popolo.

Contenuti correlati