Alla scoperta della Calabria con un’auto a noleggio

Popolata fin dal Paleolitico, la Calabria è una delle regioni d’Italia con il maggior numero di bellezze naturali e di testimonianze storico-culturali. Bagnata da due mari, il Tirreno a Ovest e lo Ionio a Est e a Sud, possiede centinaia di chilometri di costa, quattro parchi e molte zone protette tra oasi, riserve naturali e aree marine. Separata dalle coste siciliane da pochi chilometri di mare, è ricca di spiagge, rilievi montuosi, specialità gastronomiche e resti di tante civiltà che si sono susseguite nei secoli, dai greci ai romani, dai bizantini ai normanni, dagli spagnoli ai francesi, fino all’unificazione d’Italia. 

Che sia per una visita breve o per un periodo di vacanza prolungato, noleggiare un’automobile è il modo migliore per conoscere la Calabria e godersi le sue meraviglie. Per fare un’esperienza agevole e sicura, è sempre consigliabile ripassare le regole fondamentali dell’autonoleggio diffuse dall’ANIASA (Associazione Nazionale Industria dell’Autonoleggio e Servizi Automobilistici). 

Fonte: Unsplash

Località costiere e spiagge da sogno

Un itinerario estivo lungo le numerose località costiere è perfetto per chi cerca spiagge favolose con sabbia finissima, insenature poco frequentate o viste indimenticabili a strapiombo sul mare. Se la costa tirrenica è disseminata di grotte e piccole baie, quella ionica, invece, è ricca di spiagge di sabbia bianca e scogliere spettacolari. Se si proviene da Nord, scendendo dal Golfo di Policastro, una zona di grande interesse è la Riviera dei Cedri, dove si trovano Praia a Mare, Diamante, Scalea, San Nicola Arcella o Paola. Di fronte a Praia a Mare si può visitare la piccola Isola di Dino, un gioiello del Tirreno con delle grotte incantate. Più a Sud, scopriamo Pizzo Calabro, conosciuto per le sue prelibatezze gastronomiche, e il promontorio di Tropea. Sulla Costa Viola si trovano invece le località balneari più rinomate, come Capo Vaticano e le baie di Grotticelle. Nella provincia di Reggio Calabria risiede la località turistica di Scilla, famosa per il mito di Scilla e Cariddi raccontato da Omero nell’Odissea e situata su un promontorio da cui si domina lo Stretto di Messina.

Fonte: Unsplash

Superato Capo Punta Pezzo, si è già sulla costa Ionica. Qui i colori del mare e della vegetazione, uniti agli odori inebrianti, creano uno scenario unico. La Costa dei Gelsomini è poco turistica ma piena di spiagge meravigliose. Qui la presenza della cultura della Magna Grecia è ancora molto forte. La Costa degli Aranci, situata lungo il golfo di Squillace, ha delle bellissime spiagge con fondale basso, particolarmente indicate per le famiglie con bambini. Più a Nord è d’obbligo una visita a Capo Rizzuto, una delle zone marine protette più belle del Mediterraneo. 

Parchi naturali, siti archeologici e prodotti tipici 

Per chi è invece amante dell’escursionismo, la Calabria offre un territorio con un ambiente faunistico e floristico estremamente variegato. Situato parte in Calabria e parte Basilicata, Il Parco Nazionale del Pollino ha una superficie di circa 200.000 ettari ed è l’area protetta più grande d’Italia. Il Parco Nazionale dell’Aspromonte, invece, sorge nel territorio della provincia di Reggio Calabria e si estende per oltre 64.000 ettari. Tra le numerose specie autoctone che trovano qui il loro habitat naturale, spiccano il lupo, il cinghiale, il gatto selvatico e molte altre ancora. Il Parco Nazionale della Sila è situato al centro della regione ed è particolarmente indicato per agli amanti dell’avvistamento di animali e delle uscite a cavallo o in mountain bike. Il Parco Naturale Regionale delle Serre, infine, è caratterizzato da una grande biodiversità e dalla presenza di boschi con ricchi corsi d’acqua e cascate, dove praticare il trekking e le discese fluviali.

La Calabria è anche una regione ricca di aree archeologiche. Qui l’eco delle civiltà lontane, che abitarono Sibari, Monasterace, Scolacium, Locri Epizefiri e le altre città antiche, risuona ancora nelle tradizioni locali. Una menzione speciale meritano anche gli squisiti prodotti alimentari tipici di questa terra, come la cipolla di Tropea, la soppressata, il caciocavallo silano o lo Zibibbo di Pizzo Calabro (tra i tanti altri), che sono entrati a far parte di elenchi prestigiosi come quelli dei marchi DOP, IGT e Presidi Slow Food.

Questa regione è dunque un mondo tutto da scoprire e la varietà della sua offerta turistica la rende una meta ideale per tutte le stagioni.

Contenuti correlati