Agguato a Cassari di Nardodipace, le decisioni del Tribunale della Libertà

Il Tribunale della Libertà di Catanzaro ha disposto la scarcerazione di Damiano Ieraci (19 anni), difeso dagli avvocati Vecchio e Carè. Ai domiciliari Ilario Ieraci (21 anni) – difeso dagli avvocati Vecchio e Carè – e Ilario Antonio Tassone (18 anni) – difeso dall’avvocato Masciari.

I tre erano stati arrestati lo scorso 20 novembre dai Carabinieri della Sezione Operativa della Compagnia di Serra San Bruno, unitamente al personale delle Stazioni di Vazzano e Arena, che avevano eseguito il provvedimento cautelare in carcere emesso dal Giudice delle Indagini Preliminari del Tribunale di Vibo Valentia, Mario Miele, su richiesta della Procura della Repubblica di Vibo Valentia, a firma del Procuratore della Repubblica Camillo Falvo e del Sostituto Corrado Caputo, in quanto accusati di tentato omicidio e porto abusivo di armi illegalmente detenute. 

I fatti si riferiscono a quanto avvenuto alle 20:30 della serata dello scorso 25 giugno, quando sulla strada provinciale, in località Casello Rosso della frazione Cassari di Nardodipace, un’auto era stata raggiunta da un colpo di arma da fuoco. Gli inquirenti avevano collegato i motivi dell’agguato all’interruzione della relazione sentimentale fra la figlia della vittima e Ilario Ieraci.

Contenuti correlati