Aggressione al sindaco Scaturchio, l’Asd Dasà e la Nuova Medimo Oratori mandano un messaggio di legalità e speranza

Messaggio chiaro, reso ancora più forte dal fatto di essere inviato da due parti distinte che si uniscono anche nel nome della legalità. Domani pomeriggio (ore 15.30) nel rettangolo di gioco di Melicuccà avrà luogo il match tra la Nuova Medimo Oratori, presieduta da don Giuseppe Pititto e messa in campo da Micuccio Schinella, e l’Asd Dasà di Nando Scarmozzino e allenata da Pino Carnovale. Oltre al significato sportivo ce n’è infatti uno simbolico: a fine partita saranno consegnate due targhe: al sindaco di Dasà Raffaele Scaturchio, vittima nelle scorse settimane di una deprecabile aggressione nella sede municipale, e ai Carabinieri della locale Stazione.

Proprio contro l’aggressione al primo cittadino (preceduta da quella ai danni dei militari) è stata realizzata una delle targhe, ad opera dell’artista Antonietta Campisi. Su di essa appare una celebre frase del Mahatma Gandhi: “Il sentiero della non violenza richiede molto più coraggio di quello della violenza”. L’altra è un omaggio ai Carabinieri con una sola ma eloquente parola: “Grazie”. Le due squadre sono gemellate dall’andata: il loro spirito ed il loro modo d’interpretare i valori sportivi sono un motivo d’orgoglio per tutta la Calabria.

Contenuti correlati