Aggredì un ferroviere e tirò fuori il coltello per rubare una bici: 28enne catturato dalla Polizia

E' accusato del reato di rapina

Ieri gli agenti della Polizia di Stato hanno arrestato un 28enne nigeriano destinatario di ordinanza di custodia cautelare in carcere per il reato di rapina.

L’uomo, giunto a bordo di un treno regionale alla stazione ferroviaria di Locri, ha suscitato l’attenzione dei poliziotti che, dopo averlo fermato, lo hanno sottoposto a controlli. Il nigeriano, sprovvisto di documenti, è stato accompagnato presso gli Uffici del Commissariato di Siderno per gli accertamenti necessari ai fini della corretta identificazione.
Dopo gli accertamenti di rito, gli agenti della Polfer sono risaliti all’identità del nigeriano che, nello scorso mese di aprile, si era reso responsabile di una violenta aggressione ai danni di un capotreno nella Stazione di Monasterace. La descrizione del ferroviere aggredito, aveva permesso ai poliziotti di rintracciare lo straniero due giorni dopo nella Stazione di Locri e denunciarlo in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria.
L’uomo è anche ritenuto responsabile di una rapina commessa l’8 giugno dello scorso anno ai danni di un abitante di Melito Porto Salvo. In quell’occasione il 28enne si era impossessato di una bicicletta minacciando il proprietario con un grosso coltello.
Ultimate le incombenze di rito, il nigeriano è stato associato presso la Casa Circondariale di Locri in esecuzione della misura di custodia cautelare in carcere, emessa lo scorso 25 luglio dal Giudice delle Indagini Preliminari del Tribunale di Reggio Calabria.

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento