Agenti di Polizia hanno sventato un tentativo di suicidio

Le motivazioni dell’insano gesto sono riconducibili a problematiche personali

Nella serata di sabato 8 giugno, personale della Squadra Volanti della Questura di Crotone è intervenuto, su disposizione della locale Centrale Operativa, per una lite in famiglia in zona “Trafinello”.

Giunti sul posto gli operatori hanno notato immediatamente una persona a cavalcioni su di un balcone in evidente stato confusionale. Lo stesso minacciava di suicidarsi gettandosi con una fune intorno al collo, la cui estremità era legata ad una sbarra di ferro fissata al balcone stesso. Prontamente, gli agenti entrati nel cortile dell’abitazione, hanno tentato di dissuadere il soggetto cercando, inoltre, di convincerlo ad aprire la porta di casa per permettere loro di intervenire; dopo estenuanti e prolungati tentativi, gli operatori di Polizia sono riusciti ad entrare nell’abitazione ed a sventare il tentativo di suicidio. Il soggetto, in evidente stato confusionale, dopo aver spiegato ai poliziotti le motivazioni dell’insano gesto, riconducibili a problematiche personali, è stato soccorso da personale medico del 118, nel frattempo giunto sul posto.

Contenuti correlati