Accoltellato dal vicino di casa per infiltrazioni d’acqua: 44enne in pericolo di vita

La vittima è stata ferita in parti vitali

Nella serata di ieri, personale della Polizia di Stato in servizio alla Squadra Mobile e all’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura di Cosenza hanno proceduto al fermo di indiziato di delitto nei confronti di P.C., 57 anni, residente nell’hinterland cosentino, ritenuto responsabile del reato di tentato omicidio nei confronti di S.G., 44 anni.

Verso le 11:30 del mattino, al Pronto Soccorso del locale ospedale è giunta la vittima in gravi condizioni. Ferito da numerose coltellate all’addome, è stato sottoposto d’urgenza ad intervento chirurgico, al termine del quale i medici lo hanno ricoverato in Rianimazione con riserva di prognosi in evidente pericolo di vita, atteso che era stato colpito a parti vitali.
Le indagini, immediatamente avviate dal personale della Polizia di Stato appartenente ella Squadra Mobile e all’Ufficio Volanti, con il coordinamento del Procuratore della Repubblica di Cosenza Mario Spagnuolo, hanno consentito di ricostruire come, attorno alle 11:15 di ieri, il ferito si fosse recato presso l’abitazione del sottoposto a fermo per la rivendicazione di presunti danni causati alla propria abitazione da infiltrazioni d’acqua e, dopo un’accesa lite, sarebbe stato più volte colpito da quest’ultimo alla regione addominale.
All’arrivo in ospedale del ferito, l’intervento del personale del Posto fisso della Polizia di Stato e la fulminea azione del personale della Squadra Mobile e dell’Ufficio Volanti hanno permesso di cristallizzare ed acquisire tutti gli elementi riconducibili all’evento e, quindi, giungere all’identificazione del presunto autore.
P. C., che nel frattempo si era reso irreperibile e dato alla fuga, è stato rintracciato presso l’abitazione di un parente, dove aveva trovato riparo.

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento