A Simbario va in scena l’opera classica “Amore e Psiche”

È una delle opere classiche più importanti e forse quella più conosciuta scritta da Apuleio: Amore e Psiche. L’Associazione INCIPIT A.P.S. – La Testata giornalistica INCIPIT Sistema Comunicazione e AD MAIORA si cimentano in un’opera rivisitata dalla regista Maria Beatrice Mollica che offre un’interpretazione moderna, e vede lo spettatore coinvolto dall’inizio alla fine. La voce narrante accompagna l’evolversi della famosa storia divenuta uno dei miti più romantici di sempre, perché racconta di un amore ostacolato dall’invidia di una dea e di due amanti che riescono a ricongiungersi nonostante mille difficoltà e peripezie.

Una leggenda perfetta, per far trionfare l’amore, che viene messo al primo posto nella quotidianità dei protagonisti. 

I giovanissimi attori, sapientemente istruiti dalla regista riescono a trasformarsi e divenire interpreti di più personaggi.

Scene e balli accompagnati da musiche della tradizione napoletana arricchiscono e si amalgamano nel classico dell’espressione dell’arte di Apuleio.

Un mix di figure che richiamano alla classicità dell’arte ma che si proiettano verso una modernità caratterizzata dall’atmosfera creata dalle musiche.

Il Gruppo teatrale di giovani con la stessa Maria Beatrice Mollica salirà sul palco e interpreterà l’opera con la sua voce. Sarà a fianco degli attori: Carmen Ferraro, Sara Novembre, Pierfrancesco Galluzzo. Le musiche saranno eseguite dal vivo, alla chitarra acustica, da Francesco Romeo.

Amore e Psiche debutterà giorno 17 agosto al Teatro Francesco De Leo di Simbario con inizio alle ore 21 (Ingresso € 10).

Contenuti correlati