A Serra la prima edizione del concorso “Ecopresepe a Scuola”

Il concorso vuole promuovere la tradizione del presepio contribuendo ad esaltare questa antica usanza

L’assessorato all’Istruzione ed alle Politiche Educative del Comune di Serra San Bruno, con la collaborazione dell’Associazione Operatori Economici “Cartusia” e la partecipazione della Cooperativa sociale “Risposta”, ha voluto indire per tutte le classi delle scuole materne, delle scuole primarie e della scuola secondaria di I grado dell’Istituto Comprensivo Statale “A. Tedeschi” la prima edizione del concorso denominato “Ecopresepe a Scuola” attenendosi ad un regolamento appositamente stilato.

Il concorso vuole promuovere la tradizione del presepio contribuendo ad esaltare questa antica usanza attraverso il coinvolgimento di alunni e insegnanti, in un percorso di studio e sperimentazione delle diverse tecniche di realizzazione del presepio, con l’utilizzo di materiale povero o riciclato, comunque non deperibile e interamente creato dai ragazzi.
L’utilizzo di materiale riciclato è stata una scelta dell’Amministrazione per: sensibilizzare gli alunni alle tematiche ambientali; approfondire un tema ambientale specifico (riciclo dei rifiuti attraverso la raccolta differenziata) per creare l’occasione di uno studio della materia anche in forma operativa ed interdisciplinare; acquisire manualità; creare con fantasia, creatività ed immaginazione oggetti e giochi con materiale povero o riciclato; far scoprire ai ragazzi come questi materiali possono rinascere a nuova vita e possono essere riutilizzati senza sprechi né ulteriori spese; acquisire maggiore consapevolezza del proprio ruolo nella gestione dell’ambiente.
L’iniziativa è inoltre un’occasione per stimolare la creatività di ciascun partecipante e nello stesso tempo, portando con sé una forte rappresentazione della vita quotidiana, esaltare i valori della famiglia. Mettere il presepio al centro di un concorso per la scuola significa non solo avvicinare i bambini e i giovani ad un simbolo di pace e di fratellanza, ma vuole essere un momento educativo e culturale che rimanda a significati più profondi. E proprio cimentandosi nella realizzazione di piccoli presepi, ci si potrà rendere conto di trovarsi dinnanzi a quella che è la famiglia per antonomasia: Giuseppe, Maria e Gesù Bambino, che oltre al significato religioso diventano la massima espressione dei valori legati alla tradizione della famiglia e della condivisione.

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento