30enne ucciso a Dinami

Sarebbe stato ucciso con un fucile caricato a pallettoni Alessandro Morfei, 30 anni, assassinato nella serata di venerdì in una zona di campagna che si trova a ridosso di Dinami, in provincia di Vibo Valentia. In passato coinvolto in vicende di natura giudiziaria, l’uomo stava guidando il trattore con il quale era intento a rientrare a casa al termine di una giornata trascorsa a lavorare.

Vano l’intervento dei soccorritori, nonché il trasferimento immediato in ospedale dove la vittima è spirata pochi minuti più tardi a causa delle lesioni mortali al petto, alla schiena, al ventre. Approfittando delle circostanze rappresentate dall’isolamento del luogo in cui gli è stato teso l’agguato e dal favore delle tenebre, i Carabinieri ipotizzano che chi ha sparato fosse ben a conoscenza delle consuetudini della vittima. Le prime fasi dell’indagine sono state contrassegnate dal sequestro del veicolo agricolo, dagli accertamenti iniziali e dalle testimonianze rese dalle persone vicine al trentenne. Particolare importanza viene riservata all’esito dell’esame autoptico cui sarà sottoposto il cadavere.

Contenuti correlati