Giovane sparato alla testa per debiti di droga nel Vibonese: la RICOSTRUZIONE dei Carabinieri

Sono stati svelati i particolari dell’operazione condotta a Briatico e Mesate (MI) dai Carabinieri della Compagnia di Vibo Valentia con il supporto di quelli di Vimercate (MI) e Cassano d’Adda (MI). I militari hanno eseguito una ordinanza di custodia cautelare in carcere emesse dal Gip del Tribunale di Vibo Valentia nei confronti di
2 soggetti ritenuti responsabili in concorso, a vario titolo, dei reati di tentato omicidio, estorsione e spaccio di sostanze stupefacenti.
L’attività investigativa, condotta dai militari dell’Aliquota Operativa di Vibo Valentia, ha consentito di individuare ed identificare Riccardo Melluso, di 27 anni, e Graziano Spasaro, di 41 anni, quali autori a vario titolo dei reati di tentato omicidio in concorso, estorsione e spaccio di stupefacenti.
Nello specifico, il 10 gennaio 2018 un giovane incensurato di Briatico è stato attinto da 4 colpi di arma da fuoco fra i quali uno lo ha colpito alla testa.
Dalla ricostruzione investigativa compiuta dagli inquirenti è emerso che ad esplodere i colpi materialmente sarebbe stato proprio Spasaro. Quest’ultimo, agendo alla presenza e per conto di Melluso, avrebbe ferito gravemente il giovane dopo che entrambi avrebbero tentato di estorcergli la somma di 300 euro derivante da acquisti pregressi di stupefacente non pagato.
Entrambi gli arrestati si sarebbero dimostrati al vertice di una organizzazione dedita allo spaccio di stupefacenti operante in tutto il territorio del Comune di Briatico.
Ad aggravare il quadro complessivo vi sarebbe da un lato il fatto che il gesto gravissimo e potenzialmente letale sarebbe stato compiuto al fine di conseguire una somma irrisoria, dall’altro che entrambi i soggetti avrebbero da subito fatto perdere le loro tracce nascondendosi alle Forze dell’Ordine finanche a trasferirsi nelle periferie di Milano.
Nel complesso le attività svolte hanno consentito di sequestrare 4,5 chili di sostanza stupefacente del tipo marijuana e di arrestare un altro giovane di Briatico.

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*