FdI denuncia: “A Vibo i turisti si lamentano per i cumuli di spazzatura nelle vie cittadine”

“Nel mentre la maggioranza si accapiglia e non risolve l’estenuante balletto sulla presidenza del Consiglio, nel mentre i partiti di opposizione si chiedono, convocando anche conferenze stampa, chi sia a governare il Comune di Vibo Valentia, se dirigenti o Amministrazione, noi – rivendicano i componenti del Circolo cittadino di Fratelli d’Italia – continuiamo imperterriti a stare per strada tra la gente e ad evidenziare le problematiche cittadine. In questo momento non vogliamo guardare ai giochi politici di Palazzo Razza, non ci interessano, non ci appassionano perché non sono tesi a risolvere le problematiche del cittadino comune. Rivolgiamo, invece, la nostra attenzione ai piccoli/grandi problemi che attanagliano la quotidianità dei vibonesi”. “Stamattina – è l’accusa mossa dai rappresentanti  FdI –  era presente, come ogni giorno, su via Jan Palach, il solito cumulo di spazzatura ed accanto ad esso una coppia di signori di mezza età che guardavano lo spettacolo esterrefatti. La loro sorpresa lasciava intuire che

non fossero abituati allo spettacolo, quindi giocoforza si era capito non fossero vibonesi. Ci dicono che la città è bellissima, ma sporca e che questo ( il cumulo) era un grande problema da risolvere. Era una coppia di turisti belga. Come possiamo pensare di far rivivere la nostra città, di farla risorgere se presentiamo a questa gente degli spettacoli indecenti. Il problema, lo continuiamo a scrivere da mesi si ripropone sempre nelle stesse zone. Ogni giorno sempre li’: Jan Palach, Via Lacquari, Cimitero, Strada provinciale per Jonadi, lato Comune di Vibo Valentia. Le vogliamo piazzare queste telecamere mobili? Vogliamo imporre alla ditta l’utilizzo delle foto trappole? Lo chiediamo invano da mesi. Sostenete, punendo coloro che insozzano le strade, il lavoro della maggioranza dei cittadini vibonesi che ogni giorno si prodigano facendo la differenziata a mantenere pulita questa città. Lo ribadiamo da tempo, la loro installazione avrebbe un doppio beneficio: andrebbe a toccare il portafoglio degli incivili che si guarderebbero bene dal riporre nuovamente i loro scarti per strada ed andrebbe, seppur in minima parte, a rimpinguare le deficitarie casse comunali”. “Siamo certi – auspicano i membri di Fratelli d’Italia Vibo Valentia – che questo ennesimo nostro appello verrà ascoltato dall’Amministrazione, che la stessa imporrà alla ditta l’installazione delle telecamere mobili, non fosse altro per evitare alla città una nuova brutta figura”.

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*