Emergenza idrica, “Siamo Spadola” attacca Piromalli: “Basta scuse, ammetta l’evidenza”

Il gruppo di minoranza “Siamo Spadola” mette il coltello della piaga relativa all’emergenza idrica e chiama il primo cittadino Cosimo Damiano Piromalli alle proprie responsabilità.

Caro Sindaco – ammonisce l’opposizione – anziché ribattere con delle ridicole minacce ad ogni persona che scrive e rappresenta le proprie lamentele, dovrebbe con molta umiltà dichiarare apertamente che il problema dell’acqua esiste ed è sotto gli occhi di tutti. Con i suoi post – accusa ‘Siamo Spadola’ facendo cenno ai botta e risposta via social – continua a minacciare l’ignoto o presunto attentatore che in poche ore scarica il serbatoio; durante l’inverno in cui l’acqua è mancata per molto tempo si è giustificato con le solite scuse dei lavori necessari alla rete idrica e avete parlato di grandi perdite sulla condotta. Al solo primo accenno d’estate chiede alla popolazione di non permettersi nemmeno il lusso di annaffiare una pianta, proseguendo sulla scia della passata Amministrazione”.
Non manca una richiesta di chiarimenti carica di sospetti: “più che continuare con le minacce dichiarando ancora una volta che saranno fatti controlli sulle utenze, deve dire alla gente quali frutti hanno dato i soldi spesi in un anno per serbatoio, rete idrica e sorgive”.
C’è poi ironia nella conclusione: “ora sembra che la pioggia sia arrivata e che quindi nessuno annaffierà, quindi può togliere quell’avviso che limitava l’erogazione dell’acqua. Per quanto attiene la solita battuta secondo la quale ‘ci brucia ancora la sconfitta’, forse, visti i risultati dobbiamo darle ragione, considerato il livello degli avversari”.

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*