Elezioni Politiche. Il sindaco di Vazzano si rivolge alla magistratura: “Wanda Ferro ha leso la mia immagine”

“Provocano stupore, sgomento ed incredulità le dichiarazioni dell’Onorevole Wanda Ferro affidate agli organi di stampa”. Inizia così la nota tramite cui Vincenzo Massa, sindaco di Vazzano, replica alle dichiarazioni rese due giorni fa da Wanda Ferro e giudicate dallo stesso Primo Cittadino “molto gravi”. Esse, è la critica rivolta dal sindaco,  “non possono essere utilizzate per mero pettegolezzo politico in campagna elettorale, specie se rivolte ad un amministratore che nemmeno si conosce.
E’ spiacevole constatare che la sig.ra Ferro inserisca il mio nome in uno scenario di voto di scambio, riportando acriticamente notizie false che, sicuramente, provengono dai suoi cortigiani politici presenti sul nostro territorio.
Il sottoscritto, pur avendo immensa stima di persone vicine politicamente all’Onorevole Ferro, è costretto a rivedere la concezione personale sulla candidata e consiglia alla stessa di scegliere con maggiore attenzione i suoi collaboratori, altrimenti rischia di contaminare la sua stessa immagine politica.
Informo la signora Ferro che la carriera politica del sottoscritto è stata sempre improntata al rispetto della legge e degli elettori, i quali mi hanno nuovamente onorato del loro consenso, individuando nella mia azione politica il perseguimento dell’interesse generale”.
“La informo, altresì, che il sottoscritto – precisa il Primo Cittadino di Vazzano – è amministratore della società proprietaria dei terreni su cui dovrebbe sorgere l’eco-distretto. Detta società, nell’ipotesi in cui dovesse essere realizzato l’eco-distretto, avrebbe diritto alla sola indennità di esproprio come qualunque proprietario che si vede privato del suo diritto di proprietà su un immobile.
Sono disponibile a fornire alla sig. Ferro informazioni utili e dettagliate sulla posizione assunta dall’ex Sindaco di Sant’Onofrio, dai miei avversari politici attuali suoi suggeritori e da qualche professionista che oggi, invece, sono diventati “per incanto” promotori del “no” al realizzando eco-distretto.
Comunque sia, la signora Ferro, che siede nel Consiglio Regionale a scapito del Dottor Giuseppe Mangialavori, dovrebbe sapere che il Consiglio Regionale della Calabria ha bloccato, nella seduta del 30.11.2017 (legge 47/2017), tutte le autorizzazioni per la realizzazione di discariche nel territorio regionale. Evidentemente, per la sig.ra Ferro, era più importante “sistemare” la sua candidatura alle prossime elezioni politiche”.
“Considerato che non è consentito a nessuno associare il mio nome, direttamente o indirettamente, in uno scenario di voto di scambio, porterò all’attenzione della magistratura – annuncia Vincenzo Massa – le dichiarazioni della sig.ra Ferro perché lesive della mia immagine”.

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*