Brognaturo. Cosmo Tassone detta le regole: “Il Comune non è espressione di interessi familiari”

È un Cosmo Tassone “molto soddisfatto” quello che commenta i primi passi del nuovo percorso amministrativo di Brognaturo. Il sindaco gioisce per “la conferma dopo circa 40 anni di presenza” sulla scena politica e per la “stima” ricevuta che traduce il fatto che il popolo è “legato a me ed al mio modo di operare”. Il faro che guiderà la nuova amministrazione sarà l’obiettivo di agire per avere “meno tasse e più lavoro” e nell’immediato si pensa ad “eliminare alcune voci che fanno aumentare i ruoli senza rendere più efficaci i servizi”. Dopo uno sguardo ad un recente passato in cui “la maggioranza elettorale è stata trasformata in minoranza amministrativa”, Tassone traccia la linea per il futuro e punta “al ripristino delle regole e della legittimità nella Pubblica amministrazione”. Questa impostazione si fonda sul principio secondo cui “il Comune è di tutti e non appartiene a nessun personaggio” e “non è espressione di interessi familiari”. Al contrario chi gestisce la cosa pubblica deve essere “al servizio di tutta la popolazione”. La ricetta per essere efficaci, in questo contesto, si basa “sull’entusiasmo dei giovani e sulla saggezza degli anziani”. Gli esponenti di “Servire il popolo” si sono dunque messi “subito al lavoro” per “realizzare il programma” e produrre “benefici per la comunità”. Intanto, si vanno concretizzando i passaggi necessari che condurranno alla formazione della Giunta.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*